Ortigia Film Festival Dal 14 al 20 Luglio

Dal 14 al 20 Luglio nella  luminosa e antica isola di Ortigia  (sito Unesco World Heritage), cuore e centro storico di Siracusa si svolgerà “Avamposto Maniace. Ortigia Film Festival”. Festival internazionale del cinema d’autore.

Il nome del festival prende spunto dal Castello Maniace, avamposto sul mare dell’isola di Ortigia, dove prenderà vita un avamposto di cinema che coniuga arte, mare e cultura nell’estremo sud dell’Italia mediterranea.

Il festival seleziona film di alto livello culturale che senza la giusta promozione e appeal commerciale rischiano di non avere  visibilità.

Tre sezioni differenti caratterizzano A.M. Ortigia Film Festival: lungometraggi, cortometraggi e documentari. Le prime due sezioni sono competitive. Una gara tra film che hanno bisogno di emergere per avere visibilità, valutati da una giuria di registi, attori e esperti del settore, già affermati in campo cinematografico.

Il cinema è un’arte capace di associare un alto livello culturale ad un’attrattiva popolare, grazie ad un tocco di glamur.  Ed è per questo che tra giuria ed eventi speciali nelle passate edizioni abbiamo ospitato personaggi del calibro di: Pappi Corsicato, Nino Frassica, Iaia Forte, Donatella Finocchiaro, Fabio Ferzetti, Roberta Torre,  Giovanna Di Rauso, Guia Jelo, Maurizio Tedesco, Margareth Madè, Roy Paci, Lucia Sardo, Lorenza Indovina, Mario Vevuti…

L’isola di Ortigia per le sue caratteristiche storico/geografiche, è un luogo ideale dove trascorrere una settimana tra vacanza e cultura.  I festival storici ne sono un esempio: Cannes, Locarno, Venezia (Lido), Giffoni , Sundence ecc. Sono città che durante il periodo del festival diventano il luogo del cinema e questa condizione è possibile solo in un piccolo centro dove tutto può essere posto con maggiore attenzione; dove si può godere del mare, dei film all’aperto in una cornice storico monumentale, ma anche di mostre, musica, teatro e enogastronomia.

In una splendida località italiana, uniamo bellezza architettonica, turismo, nuovi talenti, giuria, attori, che s’incontrano e si mescolano tra il pubblico, creando un magico salotto culturale reso ancor più gradevole da eventi collaterali, mostre e work shop.

Ortigia Film Festival e RICREA Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaiopresentano un concorso per cortometraggi, dove i protagonisti sono gli imballaggi d’acciaio. Oggetti d’uso quotidiano che opportunamente raccolti e riutilizzati ritrovano nuova vita.

Lo scopo è sensibilizzare i cittadini alla raccolta e al riciclo, facendo passare il messaggio che barattoli, scatolette, tappi, fustini, secchielli e bombolette d’acciaio possono essere riciclati all’infinito e in maniera sostenibile.

L’acciaio si è dimostrato il migliore materiale in termini di sicurezza, protezione e conservazione.

Sono ammesse al concorso opere realizzate su qualunque supporto, della durata massima di 60 secondi.

Per iscriversi alle selezioni c’è tempo dal 5 Giugno al 5 Luglio 2014. I corti selezionati verranno proiettati durante la sesta edizione di Ortigia Film Festival che si terrà a Siracusa dal 14 al 20 luglio 2014. Il vincitore del concorso riceverà un premio in denaro di 2.000,00  euro e la sua opera verrà diffusa da RICREA quale campagna virale 2014/2015. Il corto vincitore sarà presentato domenica 20 luglio 2014 durante la serata di premiazione del festival.

Per partecipare:  Regolamento  – Scheda d’iscrizione

 

 

Il regista israeliano Amos Gitai sarà presidente di giuria dell’Ortigia Film Festival che si terrà dal 14 al 20 luglio, con lui in giuria Laura Delli Colli, Anita Kravos, Maurizio Tedesco ed Enrico Loverso.

La competizione è riservata alle opere prime e seconde. Il Festival presenterà tre film di Gitai: Ana Arabia del 2013, un unico piano sequenza di 81 minuti che racconta un momento nella vita di una piccola comunità di reietti, ebrei e arabi, che vivono insieme in una enclave dimenticata al “confine” tra Jaffa e Bat Yam in Israele; Lullaby to my fatherdel 2012, che ricostruisce le vicende che portarono l’architetto Munio Gitai Weinraub, suo padre, a fuggire in Palestina durante il mandato britannico; Free Zone del 2005 un road movie che ha per protagoniste tre donne. Gitai terrà anche una Master Class aperta al pubblico. 

 

amos3

 photo p.zza minerva walter silvestrini

Recent Posts