Roberto Gallo interior designer

Diplomatosi all’Istituto d’Arte di Siracusa in Discipline dell’Architettura e Arredamento, prosegue la sua formazione presso la Facoltà d’Architettura di Firenze. Già nel corso degli studi ha l’opportunità di mettere in pratica le competenze acquisite sperimentando presto sul campo, attraverso la rielaborazione di stili architettonici d’autore e tendenze originali, un linguaggio personale che costituisce l’autentico leit-motiv dei successivi progetti di Interior Design. Uno per tutti, l’hotel Caol Ishka (nel dialetto irlandese di uno dei proprietari: “rumore dell’acqua”) che coniuga, lungo le rive del fiume Anapo, puro design e ruralità in un antico “baglio”, tipica costruzione contadina della tradizione locale, ripensato in chiave assolutamente contemporanea. Il progetto, che ha trovato spazio in diverse pubblicazioni, ricrea negli interni un confort raffinato attraverso l’innesto sull’architettura originaria di tecniche e materiali di ultima generazione, e lo sviluppo di un gioco di combinazioni tra pezzi di design attuale e master pieces degli anni 60 e 70; mentre all’esterno il cromatismo e i tagli delle pareti danno vita a scorci prospettici che rievocano le scelte architettoniche di Louis Baragan e della scuola messicana. In ambito cinematografico collabora con la regista Lisa Romano alla realizzazione del lungometraggio “Se chiudo gli occhi”, curandone l’unità stilistica. Partecipa al workshop “Necessary Kids”, organizzato dalla Galleria Civica d’Arte Conteporanea di Siracusa, con l’opera “Non più vergini”. Nella costante esperienza della progettazione d’Interni è fortemente orientato alla sperimentazione di concept che guardino con occhio attento all’allestimento e alla messinscena teatrale.

Pubblicazioni

  • P.Gallo, S. San Pietro, Conteporary Hotels in Italy, Edizioni Archivolto 2007
  • AD n.65 (edizione francese), Maggio 2007
  • Marie Claire, Giugno 2006
  • Case e country, n.152, Maggio 2006

Casa 3

Spazio 3

Spazio 2